Mese: luglio 2017
 /   /  Mese: luglio 2017
Al ragazzo di Acqua di Frogi

Al ragazzo di Acqua di Frogi

Diritti & SocietàNewsNo comments yet

di Cristiana Alicata. Gaypost ieri mi ha segnalato Questo post relativo ad un video di qualche anno fatto da un ragazzo del PD e degli amici fortemente omofobo. La mia prima reazione è stata di rabbia (soprattutto perché arriva dopo una sfilza di gaffes di pezzi grossi su molti temi su cui il PD non dovrebbe mai

Read more
L’alternanza scuola lavoro in Italia e il sistema duale in Germania

L’alternanza scuola lavoro in Italia e il sistema duale in Germania

Istruzione & CulturaNewsNo comments yet

di Francesco Rocchi. Un recente caso di cronaca ha riportato l’attenzione dell’opinione pubblica sull’alternanza scuola-lavoro, suscitando dubbi e critiche. Non è facile dare un giudizio su questo tipo di vicende, perché è arduo fare delle verifiche accurate, che spieghino ad esempio perché degli studenti abbiano acconsentito a farsi impiegare ben oltre le modalità dell’A.S.L. pur non essendo pagati,

Read more
Progetto Rena,Summer School,Matera 25-30 agosto

Progetto Rena,Summer School,Matera 25-30 agosto

Istruzione & CulturaNewsNo comments yet

di Raoul Minetti. Progetto Rena,associazione civica per l’eccellenza e al servizio dello sviluppo dell’Italia, organizza la sua Summer School a Matera dal 25-30 di agosto. Una occasione imperdibile di dibattito,analisi e approfondimento. Le iscrizioni sono aperte fino al 23 luglio. Non mancate. Per maggiori informazioni consultare qui. iMille.org – Direttore Raoul Minetti

Read more
Il problema dell’ombrello

Il problema dell’ombrello

Diritti & SocietàNewsNo comments yet

di Emidio Picariello. Ho letto l’articolo de Il Post che parlava delle donne che reggevano l’ombrello per proteggere da sole e pioggia degli uomini che stavano tenendo un incontro pubblico, mentre aspettavo che cominciasse una riunione. Era una riunione con diversi livelli professionali. C’era un Direttore (donna), un Dirigente (uomo), due Capiufficio (un uomo e

Read more
Di chi è il Mare Nostrum?

Di chi è il Mare Nostrum?

Diritti & SocietàEuropa & MondoNewsNo comments yet

di Federico Di Benedetto. Il Mediterraneo è da sempre un canale di comunicazione che ha messo in contatto i paesi europei, arabi ed africani. Tuttavia, negli ultimi anni, quest’ultimo è diventato uno scenario che ha assunto una connotazione negativa, a causa dell’incapacità delle istituzioni internazionali ed europee, cosi come dei singoli paesi che si affacciano su

Read more
Il Regno Unito al bivio, tra hard e soft Brexit

Il Regno Unito al bivio, tra hard e soft Brexit

Europa & MondoNewsNo comments yet

Dopo quasi un anno dal referendum dello scorso 23 giugno che ha sconvolto l’Europa e la Gran Bretagna stessa, oggi il Regno Unito torna a votare nuovamente. Quando il 18 aprile la premier Theresa May aveva annunciato le elezioni anticipate, le parole chiave del suo discorso erano state “stabilità”, “certezza” e “forte leadership” che a

Read more
Morti sul lavoro contemporaneo

Morti sul lavoro contemporaneo

NewsNo comments yet

Da qualche tempo mi trovo a riflettere sulla pressione mortale che ricade sulla nostra generazione. Risale a febbraio la notizia del suicidio del ragazzo trentenne e della sua lettera. Sfogliando i giornali, fiumi di critiche al sistema-Paese Italia, “spiegoni” sull’assenza di politiche di inserimento nel mercato del lavoro, e poco altro (salvo qualche eccezione che ha il

Read more

Recent Comments

  • Interessante, me l'ero perso. Nel modenese non si parla che di bretelle, neanche potessero salvarci dalla perdizione. Francamente non vedo grossi cambiamenti in vista; stiamo solo insistendo a fare a bassissima velocità quello che facevamo con energia prima del 2009.

  • Dunque, in buona sostanza, la proposta è spingersi dove neanche la Buona Scuola ha osato: ancora più potere ai presidi, federalismo scolastico.... Nessuna risposta in merito al carattere ludocentrico dei neopedagogismi, alla panacea tecnologica, le vere cause della destabilizzazione della funzione docente ormai al servizio di quelli che la legge 107 definisce stakeholders, portatori di intetessi, ergo, clienti. Non ci sono più gli studenti: dunque, che senso ha rispettare gli insegnanti? Dare più poteri ai presidi, alle province e ai comuni che cosa risolverebbe? È una mentalità che deve cambiare. Galli della Loggia ha senz'altro esagerato, ma chi ha frequentato la scuola quando era seria, fa fatica a vedere lo scempio attuale.