trump
 /  trump
Il Regno Unito al bivio, tra hard e soft Brexit

Il Regno Unito al bivio, tra hard e soft Brexit

Europa & MondoNewsNo comments yet

Dopo quasi un anno dal referendum dello scorso 23 giugno che ha sconvolto l’Europa e la Gran Bretagna stessa, oggi il Regno Unito torna a votare nuovamente. Quando il 18 aprile la premier Theresa May aveva annunciato le elezioni anticipate, le parole chiave del suo discorso erano state “stabilità”, “certezza” e “forte leadership” che a

Read more
Lavori in corso

Lavori in corso

Economia & LavoroNo comments yet

Dopo 10 anni di onorato servizio, iMille lasciano il loro vecchio sito e muovono ad un nuovo sito, online prossimamente. Nella transizione ci saranno alcuni ritardi nelle pubblicazioni e alcuni aggiustamenti, di cui ci scusiamo. iMille.org – Direttore Raoul Minetti iMille.org – Direttore Raoul Minetti

Read more

Recent Comments

  • un post molto interessante, io lo scorso week-end ho partecipato alla due giorni di forza europa, con benedetto della vedova. penso che sia giusto continuare nella direzione dell'integrazione europea, questo potrebbe anche aiutare l'occupazione.

  • oTTIMO ARTICOLO MA MANCA SECONDO ME IL PUNTO DI VISTA "MACROECONOMICO": il dibattito sulla riduzione dei cicli scolastici di un anno (che personalmente vedo come sperimentazione e proposta positiva) non va disgiunto dal dibattito sull'incremento dell'accesso dei ragazzi all'universita'. In un sistema-paese in cui il 40%, 45% dei ragazzi va all'universita' (invece dello sconcertante 26% attuale), DIVIENE PIU' PLAUSIBILE che la scuola (superiore o media) duri un anno di meno. In un sistema di questo TIPO, il ciclo universitario triennale ASSOMIGLIA UN PO' PIU' AD un "superliceo" de facto. dopo i 4 anni di SCUOLA SUPERIORE COMINCIA PER QUASI LA META' DEI RAGAZZI la laurea triennale