PD
 /  PD
La costola della sinistra

La costola della sinistra

NewsPolitica1 comment

di Corrado Truffi. Scrivo mentre la probabilità che non si riesca a formare alcun governo sta crescendo, e subito dopo l’intervista di Fabio Fazio a Renzi. Quindi, queste riflessioni sono probabilmente affette dalla vista corta che in questi giorni sembra caratterizzare tutti i commentatori. Tuttavia, provo ad allontanarmi almeno un po’ dalla contingenza, sia pur

Read more
Allagamenti a Roma. Serve resilienza, non il mantra della semplificazione

Allagamenti a Roma. Serve resilienza, non il mantra della semplificazione

Energia & AmbienteNewsPoliticaNo comments yet

di Estella Marino. Virginia Raggi ha ragione, è colpa (anche) dei cambiamenti climatici, però vale oggi come tre anni fa, quando l’allora consigliera di opposizione si faceva beffa del Sindaco con tweet di sfottò che in questi giorni passano di nuovo in rete (“preparate i gommoni”!), e tuonava contro la mancata pulizia di tombini e

Read more
Populismi che non lo erano

Populismi che non lo erano

NewsPolitica1 comment

di Emidio Picariello. Quando è finalmente stato votato il decreto che prevede che i vitalizi degli ex parlamentari siano ridotti, ho sentito molte, troppe persone attaccare questa misura. L’obiezione più frequente è stata che se si insegue il populismo, le persone preferiscono poi i populisti originali. Ci sono un paio di osservazioni che secondo me

Read more
Al ragazzo di Acqua di Frogi

Al ragazzo di Acqua di Frogi

Diritti & SocietàNewsNo comments yet

di Cristiana Alicata. Gaypost ieri mi ha segnalato Questo post relativo ad un video di qualche anno fatto da un ragazzo del PD e degli amici fortemente omofobo. La mia prima reazione è stata di rabbia (soprattutto perché arriva dopo una sfilza di gaffes di pezzi grossi su molti temi su cui il PD non dovrebbe mai

Read more

Recent Comments

  • Interessante, me l'ero perso. Nel modenese non si parla che di bretelle, neanche potessero salvarci dalla perdizione. Francamente non vedo grossi cambiamenti in vista; stiamo solo insistendo a fare a bassissima velocità quello che facevamo con energia prima del 2009.

  • Dunque, in buona sostanza, la proposta è spingersi dove neanche la Buona Scuola ha osato: ancora più potere ai presidi, federalismo scolastico.... Nessuna risposta in merito al carattere ludocentrico dei neopedagogismi, alla panacea tecnologica, le vere cause della destabilizzazione della funzione docente ormai al servizio di quelli che la legge 107 definisce stakeholders, portatori di intetessi, ergo, clienti. Non ci sono più gli studenti: dunque, che senso ha rispettare gli insegnanti? Dare più poteri ai presidi, alle province e ai comuni che cosa risolverebbe? È una mentalità che deve cambiare. Galli della Loggia ha senz'altro esagerato, ma chi ha frequentato la scuola quando era seria, fa fatica a vedere lo scempio attuale.

  • I diritti delle minoranze riguardano tutti, soprattutto in un periodo così nero. Tornerà il sole, e con esso l'arcobaleno.