Mese: marzo 2018
 /   /  Mese: marzo 2018
Cosa sta succedendo in Emilia-Romagna ?

Cosa sta succedendo in Emilia-Romagna ?

Energia & AmbienteNewsPolitica1 comment

di Marco Pompilio. Colpisce dopo le elezioni vedere l’ Emilia-Romagna colorata di azzurro nelle mappe dei risultati della Camera e del Senato. Vivo in Lombardia, che è anche la Regione dove opero maggiormente. Alla vicina Emilia-Romagna chi si occupa di urbanistica ha sempre guardato come esempio di buon governo del territorio, dal quale trarre ispirazione.

Read more
Ricordando Aldo Moro

Ricordando Aldo Moro

NewsPoliticaNo comments yet

de iMille. 40 anni fa, il 16 marzo 1978, venne rapito Aldo Moro. Moro venne poi ucciso 55 giorni dopo, in uno dei momenti piu’ difficili della storia d’Italia. “Tu non hai esaudito la nostra supplica, per questo uomo buono, innocente, mite ed amico” esclamo’ con dolore Paolo VI ai funerali di Moro.   iMille.org

Read more
L’utopia del reddito di cittadinanza

L’utopia del reddito di cittadinanza

NewsPolitica2 comments

di Emidio Picariello. Forse dovremmo cominciare a prendere in considerazione l’ipotesi che il reddito di cittadinanza non sia una cattiva idea a prescindere. Il reddito di cittadinanza sono dei soldi che si ricevono per il solo fatto di essere cittadini di una nazione. Ecco, ipotizziamo che ci siano le risorse per fare un’operazione del genere,

Read more
Fotovoltaico. Energia pulita per il risanamento ambientale

Fotovoltaico. Energia pulita per il risanamento ambientale

Energia & AmbienteNews1 comment

di Domenico Coiante. Introduzione In un precedente lavoro del 2013 (http://archivio.imille.org/2013/11/competivita-del-fotovoltaico-efficienza-di-conversione-territorio/) è stato analizzato in dettaglio il procedimento di calcolo del costo del kWh prodotto in una centrale fotovoltaica di grande taglia (10 MWp) installata nel meridione italiano. In quell’occasione si pervenne a stimare il costo in circa 12 centesimi di euro per kWh. Al

Read more
La scuola, la socialita’, la didattica: cosa non funziona-e non funzionera’ per molto ancora

La scuola, la socialita’, la didattica: cosa non funziona-e non funzionera’ per molto ancora

Istruzione & CulturaNewsNo comments yet

di Franceso Rocchi. Le ultime vicende di cronaca scolastica, per quanto non possano certo essere prese a misura del clima scolastico in senso generale, hanno riportato al centro della discussione pubblica la questione dell’ambiente sociale che fa da contorno allo studio degli studenti e la cui importanza è -ovviamente- capitale: nell’apprendimento si dà il meglio

Read more
La Caporetto del 4 marzo e i suoi padri

La Caporetto del 4 marzo e i suoi padri

NewsPolitica9 comments

di Corrado Truffi. Come purtroppo prevedibile, la sconfitta del PD è stata molto superiore a quella suggerita dai sondaggi. E M5S, Lega e Fratelli d’Italia assieme sono oltre il 50% dei voti.  Non credo sia inutile, sia pur forse a troppa poca distanza dal voto e con la lucidità un po’ annebbiata dalla delusione, indicare

Read more
Tecnologia e politica

Tecnologia e politica

NewsPoliticaNo comments yet

di Emidio Picariello. Come al solito, anche in occasione di queste elezioni, la parte informatica dei programmi dei partiti politici è piuttosto deludente. Se il Governo si può fregiare del lavoro fatto in questi anni da Agid, gli altri non hanno nemmeno questa possibilità. In realtà neppure l’attuale Governo ha mai dato la sensazione di

Read more
L’antifascismo serve ancora?

L’antifascismo serve ancora?

NewsPoliticaNo comments yet

di Lorenzo Gasparrini. E’ evidente che in Italia, negli ultimi tempi, manchi la capacità di discernere alla prima lettura il complottismo più becero e inutile da una sana pratica dell’imparare dagli errori politici e storici. Tra le mostruosità che vengono dalla cronaca e le rapide dichiarazioni di esponenti politici più o meno capaci di valutare

Read more

Recent Comments

  • Interessante, me l'ero perso. Nel modenese non si parla che di bretelle, neanche potessero salvarci dalla perdizione. Francamente non vedo grossi cambiamenti in vista; stiamo solo insistendo a fare a bassissima velocità quello che facevamo con energia prima del 2009.

  • Dunque, in buona sostanza, la proposta è spingersi dove neanche la Buona Scuola ha osato: ancora più potere ai presidi, federalismo scolastico.... Nessuna risposta in merito al carattere ludocentrico dei neopedagogismi, alla panacea tecnologica, le vere cause della destabilizzazione della funzione docente ormai al servizio di quelli che la legge 107 definisce stakeholders, portatori di intetessi, ergo, clienti. Non ci sono più gli studenti: dunque, che senso ha rispettare gli insegnanti? Dare più poteri ai presidi, alle province e ai comuni che cosa risolverebbe? È una mentalità che deve cambiare. Galli della Loggia ha senz'altro esagerato, ma chi ha frequentato la scuola quando era seria, fa fatica a vedere lo scempio attuale.